Javier García Verdugo, nato a Madrid nel 1993, si è laureato in interpretazione musicale con lode presso il Royal Conservatory of Music di Madrid nel 2015, ricevendo il Premio di Laurea. Dopo aver studiato per alcuni mesi presso la Hochschule für Musik Franz Liszt di Weimar, in Germania, con Ricardo Gallén, si è trasferito a Salisburgo, in Austria, dove ha studiato con Eliot Fisk presso l'Università Mozarteum, conseguendo un Master in Music Performance nel 2019. Ha frequentato corsi di perfezionamento da alcuni dei più grandi maestri di chitarra oggi, tra cui Leo Brouwer, David Russell, Hopkinson Smith, Carles Trepat, Roberto Aussel, Eduardo Fernandez, Gerardo Arriaga, Zoran Dukic, Carlo Marchione, José Miguel Moreno e molti altri. Inoltre, ha studiato musica antica, basso continuo e tiorba, e ha frequentato corsi di blues, jazz, flamenco e improvvisazione moderna, che lo rendono un chitarrista versatile

Javier ha vinto numerosi premi in concorsi chitarristici nazionali e internazionali, tra cui la Spanish Youth Musician Prize (2015), e il primo premio al Gredos of San Diego International Guitar Competition (2015) e al Concorso internazionale di chitarra dell'Avana (2018).

Il suo ultimo album da solista Impresiones è stato premiato con la Disco Melómano de Oro dalla rivista musicale Melómano. Nel marzo 2015 ha pubblicato il suo primo album solista, Desideratum, che è stato trasmesso dall'emittente radiofonica nazionale RNE, ed è stato ben accolto dalla stampa specializzata. Nell'aprile 2020 ha pubblicato il suo terzo album con il grande clarinettista Carlos Orobón dal titolo Primo Tempo. Javier ha partecipato a diverse produzioni per radio e TV, tra cui due spettacoli per il programma Musical Cities di Telecinco, un tributo al chitarrista Paco de Lucía per Castilla-La Mancha TV e una produzione per la stazione televisiva nazionale RTVE in collaborazione con Sony.

Ha tenuto recital in sale importanti, come il Teatro Nazionale di L'Avana a Cuba, lo Zeneakadémia Ferenc Liszt di Budapest in Ungheria, il Liszthaus Konzertsaal di Weimar in Germania e il Mozarteum Solitarsaal di Salisburgo in Austria. Come solista d'orchestra, si è esibito con direttori d’orchestra come Albert Gonzálvez Cardós, Antonio Navarro Borsi e Mariano Domingo, e orchestre come l'Orchestra Filarmonica di Malaga, l'Orchestra Ritornello e la Kammerorchester der Universität Mozarteum Salzburg. Javier a volte suona con altri musicisti, ad esempio, con il clarinettista Carlos Orobón con il quale forma il duo Primo Tempo e in duo con il soprano Natalia Labourdette.